Poesia d'amore
da Scrivere.info

Nuovi autori:



Poesie d'amore
a tema:

Autori piu' pubblicati:

Archivio poesie:

Gli autori:



Tu es mon Paradis!

Jeannine Gérard

Tu es mon Paradis!"O pauvre âme esseulée,
fustigée par le deuil
et flétrie par les pleurs,

à qui confies- tu tes peines
et tes langueurs
dans le creux de tes nuits?".

"Avec qui veux- tu que je parle,
si seuls rôdent des fantômes
dans l'ombre de ces murs?.

Rien
ne répond à ma voix!".

"Mais cause avec eux,
ne les entends- tu pas?".

Et Toi,
tu m'apparais
dans toute ta splendeur.

Je me sens saisie
par un frisson de fièvre.

Sur mes lèvres s'attardent tes baisers
et ta voix, suffoquée par l'extase,
me susurre paroles embrasées...

"Ô, mon amour, mon amour,
tu es mon Paradis!".

"Toi aussi, Toi aussi,
oui oui, Toi aussi!".

"Mon Dieu,
suis- je prise de folie
que de répondre ainsi?".

Mais des larmes furtives
débordent de mes yeux,
car éphémère plus tu ne ci- gîs.

Longs sont mes soupirs...

Et telle un frêle petit moineau,
je ne survis que pour m'envoler

et encore une fois
t'offrir mon Paradis!

Car c'était moi ton Paradis,
n'est- ce pas?".

Confuse, les yeux voilés,
je vois le noir se teindre d'aube.

Je l'accueille sans désir
et me réveille

en allégeant mon spleen,
car je sais

que dans le creux de mes nuits,
tu viendras...

et l'on s'aimera
encore.

.
- - - - - - - - - - - - - - - - - -
.

Sei il mio Paradiso!
.

"O povera anima sola,
sbattuta dal cordoglio
e appassita dai pianti,

a chi confidi le tue pene
e i tuoi languori
nel fondo delle tue notti?".

"Con chi vuoi che mi racconti,
se all'ombra di queste mura
s'aggirano solo fantasmi?

Niente
risponde alla mia voce...".

" Ma parla con loro,
non li senti?".

E m'appari Tu
in tutto il tuo splendore.

Mi sento ghermita
da un brivido di febbre.

Sulla mia bocca s'attardano i tuoi baci,
e la tua voce, soffocata dall'estasi,
mi sussurra parole di fuoco...

"Oh, amore mio, amore mio,
sei il mio Paradiso!".

"Anche Tu, anche Tu,
sì sì, anche Tu!"

"Mio Dio,
son presa da follia
che rispondo così?".

Ma lacrime furtive
scivolano dai miei occhi,
perché effimero tu più non giaci qui.

Lunghi sono i miei sospiri...

E come un uccellino tremante
non sopravvivo che per spiccare il volo
e offrirti ancora il mio Paradiso!

"Perché ero io il tuo Paradiso,
non è vero?".

Confusa, gli occhi velati,
vedo l'oscurità tingersi d'alba.

L'accolgo senza voglia
e mi sveglio

alleviando il mio spleen,
perché so

che nel fondo delle mie notti
Tu verrai...

e ci ameremo
ancora.

- - -

Jeannine Gérard | Poesia pubblicata il 27/07/10 | 6706 letture | 6 commenti |

Nota dell'autore:

«21. 05. 2009. Netta è la ricordanza di colui che mi ha amata fino alla fine. E io, del suo amore, non ne ho mai dubbitato.»

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Jeannine GérardPrecedente di Jeannine Gérard >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

 


 

6 commenti degli altri autori a questa poesia:

«Lirica struggente... mi ha commosso. Una eterna dichiarazione di amore che colpisce in versi pieni e ben strutturati. Grande Poesia! La conservo!»
Duilio Martino (07/02/2012)

«L'amore è realmente merce rara e non si trova ad ogni angolo di strada. Si parla tanto di sentimenti forti che cadono al primo alito di vento. Tu hai avuto la grande fortuna di amare ed essere riamata pienamente. Un perdita così grande non può portare che dolore ma gli anni che hai vissuto con lui sono stati un dono prezioso che ti aiuteranno ad accettare questa finta solitudine. Bellissima poesia.»
(27/07/2010)

«Un amore dalle radici tanto profonde che continua a vivere, dissetato dalle lacrime della nostalgia.
Dolce e malinconica ma profondamente bella Jeannine.»
Kiaraluna (27/07/2010)

   «Che dire di una poesia così intensa e meravigliosa? L'ho letta con tanta commozione e dopo aver letto la nota sono rimasta senza fiato. Un capolavoro d'amore e di versi»
(27/07/2010)

«una poesia struggente. il vero amore non muore mai. la morte non può nulla di fronte ad un sentimento cosi genuino e vero.»
Salvatore Ferranti (27/07/2010)

«Non c'è che da inchinarsi a fronte di una dichiarazione d'Amore che supera la vita e la morte e spalanca le sue braccia verso l'universo che ci appare sempre più profondo e... vuoto!»
mario calzolaro (27/07/2010)


Se sei un autore del sito Scrivere, per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere

 

Jeannine Gérard ha pubblicato in questo sito:

 Le sue 58 poesie

La prima poesia pubblicata:
 
Susurre (20/07/10)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Ivre d’un bonheur simple (14/05/14)

Una proposta:
 
Plus tard sera trop tard! (27/04/14)

La poesia più letta:
 
Merci d'exister, "Pensée!" (23/10/10, 9150 letture)


  


Jeannine Gérard

Jeannine Gérard

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Ha pubblicato…

58 poesie d'amore:



La più letta…

Pubblica in…

Ha una biografia…

Jeannine Gérard Leggi la biografia di questo autore!

Ha pubblicato…

Anime in versi
Autori Vari
Antologia degli autori del sito Scrivere
Pagine: 132 - Anno: 2012
ISBN: 9781471686061







Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie d'amore più recenti nel sito: