Poesia d'amore
da Scrivere.info

Nuovi autori:



Poesie d'amore
a tema:

Autori piu' pubblicati:

Archivio poesie:

Gli autori:



Quel serpente chiamato AMORE

sergio garbellini

E’ inutile parlare dell’amore,
è tempo perso, lo sappiamo tutti,
ci brucia con il fuoco dentro il cuore
e, poi, ci lascia gelidi e distrutti!

C’inganna ed ogni volta si ripete
il solito tran- tran dell’illusione,
non provi più la fame, né la sete,
ma solo una fortissima passione!

Conosci una ragazza od un ragazzo
e i primi giorni vivi in paradiso,
è un mondo nuovo, senza un imbarazzo,
la vita si trasforma in un sorriso!

Ma, poi, pian piano, col passar dei mesi,
s’addensano le nubi all’orizzonte,
o stai coi piedi sui carboni accesi,
oppure, tu, precipiti dal ponte!

Per non parlare, poi, del matrimonio,
perché una volta ch’hai firmato in chiesa ...
ti sei giocato tutto il patrimonio
e, lentamente, scivoli in discesa!

Se, poi, ci sono i figli è il finimondo,
perché la vita passa in mano a loro
e tu diventi sempre più iracondo
e non ti puoi sfogare sul lavoro!

L’amore nel frattempo s’è nascosto
nell’ultimo cassetto in fondo a destra!
Ormai, pei sentimenti non c’è posto,
...ma tu ... non ti buttar dalla finestra!

L’amore è bello fino a quando dura,
e, poi, purtroppo, è solo tolleranza,
non voglio dir che sia ... una fregatura ...
ma, certo, ha una perfetta somiglianza!

Ed or non mi accusare se ho voluto
portare in campo simili argomenti,
perché chi l’ha davvero conosciuto
l’amore, ... è il più maligno dei serpenti!

E se ti inietta tutto il suo veleno
ti fa passar le pene dell’inferno,
e, quindi, meglio metterci un bel freno,
perché altrimenti soffrirai in eterno!

L’amore, quando è splendido e profondo,
...è la virtù più bella che c’è al mondo,
ma quando soffia il vento di tempesta,
...la collera ti scoppia nella testa!
.

sergio garbellini | Poesia pubblicata il 17/08/13 | 1679 letture | 1 commenti |

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di sergio garbelliniPrecedente di sergio garbellini >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

 

I commenti dei lettori alla poesia:

Non ci sono messaggi nella bacheca pubblica dei lettori.
Scrivi il tuo commento su questa poesia
 

1 commenti degli altri autori a questa poesia:

«Mi piace come l'autore riesca sempre a trattare argomenti delicati o tragici col "sorriso sulle labbra". In uno stile riconoscibile, la poesia sembra essere una fotografia dell'amore fin da quando sboccia a quando diventa solo una stanca convivenza. Mi piace molto.»
Massimiliano Moresco (17/08/2013)

  
Se sei un autore del sito Scrivere, per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere

 

sergio garbellini ha pubblicato in questo sito:

 Le sue 442 poesie

La prima poesia pubblicata:
 
La prima volta ... di una donna (18/02/13)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Quella vecchia chitarra di mio nonno (15/08/19)

Una proposta:
 
Chi di amore ferisce la condanna subisce (10/08/19)

La poesia più letta:
 
"Regàlami una favola d'amore! " (16/03/13, 8980 letture)


  


sergio garbellini

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Ha pubblicato…

442 poesie d'amore:



La più letta…

Pubblica in…

Ha una biografia…

sergio garbellini Leggi la biografia di questo autore!






Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie d'amore più recenti nel sito: