Poesia d'amore
da Scrivere.info

Nuovi autori:



Poesie d'amore
a tema:

Autori piu' pubblicati:

Archivio poesie:

Gli autori:



Ero sulla soglia dell'età verde

Angelo Michele Cozza

Ero sulla soglia dell'età verde
quando una sera ti vidi passare
e seguii la tua ombra fino ad un portone
serbando per giorni nella mente un viso
viso vagheggiato e tinteggiato da un albore
che spunta solo quando il cuore sogna
e al mattino ricorda intatto il suo dire.
Fu un inseguire furtivo e segreto
che tallonava una femminea figura
un affacciarmi continuo nella serra
ove cresceva prospero il tuo germoglio.

Trascorse del tempo, non so quanto
prima che ti rivolgessi la parola
e una vampa rosea abbagliasse i nostri occhi.
Eri leggiadra, le tue unghie avevano il colore della rosa
scarlatta, dardi scoccavi e infiacchivi il mio coraggio
che a te mi avvicinava con passi intimoriti.
Si accorciava poi la dolce lontananza
petali spuntavano dal grembo del sogno
il tuo respiro accelerato e ansante come il mio
rompeva il silenzio e dava fiato a parole mai udite.
Oh rosa come profumavi di soave e di speranza!

Ancella in divenire quali mondi spalancavi
come mi soggiogava la tua onda di tenerezza
in una avventurosa incertezza e illusione mi cullava
quante girandole multicolore esplodevano intorno:
era stagione di fiori e tu l'aura grazia dell'amore!
Cessati i preludi e tutti lontani
alitammo felici tra divini riflessi di luce
e vagammo tra le stelle nei pelaghi del cielo.
Perché precipitoso poi vanì
il nostro sogno tra i gorghi della sorte!
Dove sei ora, sarai viva, sarai sepolta?

Te cercando va cuore immiserito di porta in porta
te rincorro nelle tenebre infinite colomba bianca!
Se cielo fiume mare monte o orizzonte affisso
nella triste ora te va cantando il cuore illanguidito
memore amore di mia prima giovinezza!

Angelo Michele Cozza | Poesia pubblicata il 05/10/16 | 683 letture | 1 commenti |

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Angelo Michele CozzaPrecedente di Angelo Michele Cozza >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

 

1 commenti degli altri autori a questa poesia:

«Un amore di lungo corso. Una bellissima poesia che nasce in modo prosastico e diretto ma che poi, stgrada percorrendo, acquista sempre più un verbo evocativo, musicale. E' un cuore che parla e dice d'amore in modo aulico e sentito, in cerca di un essenza ormai ...in ogni dove. Bellissima davvero.»
Luciano Capaldo (05/10/2016)

  
Se sei un autore del sito Scrivere, per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere

 

Angelo Michele Cozza ha pubblicato in questo sito:

 Le sue 73 poesie

La prima poesia pubblicata:
 
Quattro cicche nel portacenere (29/08/06)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Su una stinta panchina (12/06/18)

Una proposta:
 
Luce che riverberi e mi guidi (26/02/18)

La poesia più letta:
 
Eluso sogno (29/11/07, 3904 letture)


  


Angelo Michele Cozza

Angelo Michele Cozza

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Ha pubblicato…

73 poesie d'amore:



La più letta…

Pubblica in…

Ha una biografia…

Angelo Michele Cozza Leggi la biografia di questo autore!






Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie d'amore più recenti nel sito: