Poesia d'amore
da Scrivere.info

Nuovi autori:



Poesie d'amore
a tema:

Autori piu' pubblicati:

Archivio poesie:

Gli autori:



Occhi di mare

Luciano Capaldo

Occhi di mareE’ solo un’onda, che avanza
...e poi indietro torna
segnando perpetuo moto,
cardiaco, naturale
e libera effervescenza,
bollicine d’amore tanto salate
da stille che solcano il viso.

-Troppe-

I suoi occhi... un mare tempestoso
che ormai rilascia sale su sale
...indurito!

E’ un vecchio dolore che forse
non merita più lacrime e lacrime ancora.

Luciano Capaldo | Poesia pubblicata il 11/12/17 | 371 letture | 8 commenti |

Nota dell'autore:

«***Alle donne che soffrono, vittime di violenze continue ed alle quali chiedo di liberarsi di un dolore troppo protratto nel tempo ed avere coraggio... il coraggio! Rompere quel sale indurito o scioglierlo nella catartica acqua della verità, della liberazione***»

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Luciano CapaldoPrecedente di Luciano Capaldo >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

 

I commenti dei lettori alla poesia:

Non ci sono messaggi nella bacheca pubblica dei lettori.
Scrivi il tuo commento su questa poesia
 

8 commenti degli altri autori a questa poesia:

«Lessico e stile, molto delicato ed elegante col quale l’autore tocca un tasto dolente ed ammiro la sua delicatezza nel difendere ed incoraggiare le donne a raccontarsi e non nascondere il dolore come un peso sul cuore, così che, ad ogni rimembrare, è un continuo lacrimare. Apprezzo questi versi incisivi e molto belli, piaciuti molto.»
Ela Gentile (01/02/2018)

«Io credo che ci sono realtà in cui chi non ne ha esperienza, non è in grado neanche "d’immaginare" quello che succede nell’animo di chi ne fa esperienza diretta rimanendone sconvolta per tutto il resto della sua vita ... quella "liberazione" non è mai cosa semplice ... comunque, ottimo testo e complimenti all’autore.»
Maria Luisa Bandiera (12/12/2017)

«Una disamina sul dolore della donna, che per amore spesso diventa tollerante sulle violenze perpetrate da chi amore non nutre.È, quindi, un bene e doveroso riprendersi la dignità e non continuare a percorrere una strada buia senza via d’uscita... Versi molto eleganti e veritieri, da cui esonda l’estrema sensibilità del bravo Poeta... Elogio per un contenuto sempre di grande attualità e per lo stile incisivo, che porta alla riflessione.»
Anna Di Principe (11/12/2017)

«Parole dure, per un’attenta riflessione, come quel sale indurito sugli occhi di tante donne. Ed il bravo Autore invita con fermezza a liberarsi da quelle bollicine d’amore tanto salate e a rompere con coraggio quel filo spinato che procura solo dolore. Un plauso ed elogio per il tema trattato.»
Alberto De Matteis (11/12/2017)

   «bellissima sulla violenza sulle donne a volte è difficile ragionare lucidamente perché ciò che i crede amore è solo menzogna ... alle prime avvisaglie bisogna denunciare parlare e non aver paura... versi bellissima plauso a questa bella opera anche per la nota»
carla composto (11/12/2017)

«Si, è così che si dovrebbe fare: avere coraggio e denunciare.
Per molte donne non è facile arrivare a questo percorso, se qualcuna "osa" farlo da vittima la fanno diventare colpevole, non viene convenientemente tutelata e il violento resta vicino a lei per farle ancora più male fino ad ucciderla. Penso che ci vogliono pene più severe per i violenti e una rete di sicurezza e di solidarietà per la vittima. Un tema ancora molto, molto attuale.»
Sara Acireale (11/12/2017)

«Trovare il coraggio per superare un dolore provocato... senza esitazione, con la voglia di rinascere, anche se il cuore è indurito, anche se le lacrime ribelli non se ne vanno. Una tematica importante quella che affronta il poeta in un lavoro diretto, riflessivo e ottimamente eseguito.»
Pagu (11/12/2017)

«Troppo dolore e troppa rassegnazione prendono il sopravvento nella vita delle donne... non ci si rende conto purtroppo che tollerare porterà solo e sempre lacrime... in amore non si può tollerare ed aspettare che prima o poi le varie violenze finiscano da sole... ci vuole coraggio e si deve chiedere aiuto ...non è facile ma restare in silenzio non aiuta... Sicuramente con leggi adeguate e SEVERE si potrebbe ottenere molto di più... la donna deve essere aiutata quando decide di denunciare e questi mostri devono pagare le loro cattiverie con pene esemplari e certe... una riflessione profonda che non può non coinvolgere il lettore»
Giacomo Scimonelli (11/12/2017)


Se sei un autore del sito Scrivere, per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere

 

Luciano Capaldo ha pubblicato in questo sito:

 Le sue 61 poesie

La prima poesia pubblicata:
 
Cuore o... mente (31/07/15)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Ti sento (13/06/18)

Una proposta:
 
Quel taxi (01/06/18)

La poesia più letta:
 
Quello che sei per me (11/08/15, 3499 letture)


  


Luciano Capaldo

Luciano Capaldo

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Ha pubblicato…

61 poesie d'amore:



La più letta…

Pubblica in…

Ha una biografia…

Luciano Capaldo Leggi la biografia di questo autore!






Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie d'amore più recenti nel sito: