Poesia d'amore
da Scrivere.info

Nuovi autori:



Poesie d'amore
a tema:

Autori piu' pubblicati:

Archivio poesie:

Gli autori:



Come eravamo

Rosetta Sacchi

Come eravamo
Dentro solitudini allegre
agli antipodi
ancorati a sogni o utopie
Per sentieri d’inerzia
ad assecondare venti
e dirimere tempeste
prigionieri di eccessi
o nelle regole d’una libertà
_solo apparente_

Risuonavano slogan per le vie
nella gravità di ermetiche citazioni
abilità per nascondere un divenire
inarrestabile
Ignoranti di nodi di intrighi in un bandolo
inquieti distratti dalla pigrizia

Il pensiero già evoluto
a spiarci nelle mosse
nei silenzi nei vuoti
Senza nessuna memoria
del nostro vissuto, distante
nel sospetto _divino_
coniugati dalla speranza
Un collimare di orli, casuale

Noi come eravamo opulenti...
E come eravamo poveri
in un tempo... senza di noi!

Rosetta Sacchi | Poesia pubblicata il 13/09/18 | 104 letture | 2 commenti |

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Rosetta SacchiPrecedente di Rosetta Sacchi >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

 


 

I commenti dei lettori alla poesia:


Riprendere una disamina, o meglio un vaglio attento su quella Parola (volutamente ho espresso parola con la "P" maiuscola) che ci rende umani, che è a volte come una ferita o come un volo o ancor meglio come (Dedalus)

una fonte inesauribile ad esprimere il pensiero che supera creste insormontabili e confini invalicabili, non è difficile, ma spesso necessario. Essa può esprimere trasparenze di esilio e scrivendo un verso si può (Dedalus)

causare l’apparizione di una forma o esprimere un tramonto ma non sempre si riesce a varcare i confini della mente di chi legge. In questi versi la poetessa riesce a creare quel varco che la porta nell’intimo del lettore. (Dedalus)

Scrivi il tuo commento su questa poesia
 

2 commenti degli altri autori a questa poesia:

«...Nulla si crea... nulla si distrugge... tutto si trasforma... non è letteratura ma è l’essenza della vita...;plauso alla Poetessa.»
romeo cantoni (14/09/2018)

   «L’autrice ha la capacità in ogni sua poesia di intrigarmi
i suoi ritmi sono incalzanti e i pensieri scandagliano l’anima
con il pregio di farci pensare legandoci al testo.
Da qualche parte ho letto che la scrittura è visione onirica ad occhi aperti
prima ancora di essere parole sulla carta
è uno scalfire la vita come quando sul tronco di un albero
si incidono le proprie iniziali per dare segno del proprio passaggio.
Poesia elegante che, come di consueto l’autrice intesse di metafore raffinate
sottolineando il suo filo conduttore: il sentimento; sia questo universale
che personale. Attese e speranze.
Un mondo interiore che apprezzo e continuo ad esplorare.»
Patrizia Ensoli (14/09/2018)


Se sei un autore del sito Scrivere, per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere

 

Rosetta Sacchi ha pubblicato in questo sito:

 Le sue 557 poesie

La prima poesia pubblicata:
 
Taci (06/07/11)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Similitudini (19/09/18)

Una proposta:
 
Come eravamo (13/09/18)

La poesia più letta:
 
Questo silenzio (14/07/11, 7260 letture)


  


Rosetta Sacchi

Rosetta Sacchi

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Ha pubblicato…

557 poesie d'amore:



La più letta…

Pubblica in…

Ha una biografia…

Rosetta Sacchi Leggi la biografia di questo autore!






Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie d'amore più recenti nel sito: