Poesia d'amore
da Scrivere.info

Nuovi autori:



Poesie d'amore
a tema:

Autori piu' pubblicati:

Archivio poesie:

Gli autori:



Fissi su ciò che in eterno si ripete

Salvatore Ferranti

Fissi su ciò che in eterno si ripete
Loro sparano quasi sempre nei dintorni
e dicono d’aver capito com’è che va il mondo;
pace e crudeltà nello spazio minimo
tra due piastrelle lucidate da dita sapienti,
in ossa che si spolpano quando il tempo c’è,
sopra il verde rattrappito di infelici schiere
di montagne e un fiumiciattolo che scorre
fino a diventare chiacchiera e fantasticheria
tra la gente che sonnecchia ai tavoli dei locali.
Hai passione cruda, che spacca
i destini dei papaveri e poi aspetta,
smaniosa di mangiarti da dentro;
non sai ma vorresti capire se la distanza
è solo un accidente momentaneo
oppure è terra che resiste. Bruci,
ma sotto il terrapieno il paesaggio è brullo,
privo di passaggi e nero d’animali
che non sanno più dove sdraiarsi.
Speri nello schermo scuro
che quando meno te lo aspetti
si accende di sorprese illuminate dal grigio
intenso dei contorni: a volte sono alberi
che non si piegano alla scure,
a volte ragazzi che scivolano sulle pareti,
a volte elefanti che schiacciano formiche.

La vita è fatta di legami che induriscono la pelle
di chi non sa reagire e la dilaniano
strato dopo strato. Uno dei più sottili sei tu,
che non ripeti mai le canzoni due volte
e ti lasci andare a manie di felicità
che solo nel rilievo tra due ponti
trovano sollievo e rispetto.
Non ami chi si sporge troppo a lungo
né chi fa finta di essere lì per caso.
Preferisci il calore persistente
di una lampada ad olio,
la casa vecchia che nessuno vuole più,
un sacco di juta a farti da guida tra i canneti.
Bevi caffè da bicchieri di plastica
(e poco zucchero sempre),
dici “io vorrei essere altrove”,
poi aggiungi un barattolo di maionese
alla lista della spesa. È un cunicolo
che ti riporta a quando tua madre
ti infilava il grembiule e ti ritrovavi
ad annaffiare i suoi gerani in terrazza.
Manca solo un quarto d’ora,
poi arriveranno gli incappucciati
ad eseguire la sentenza.

“Tanto sparano male,
di che ti spaventi?”:
sono anni che te lo vai ripetendo.
Sono anche distratti il più delle volte,
sbagliano mira anche se non c’è
un filo di vento. Il tuo bacio
sulle loro schiene è un lamento
che si trascina lento e finisce
per indorare persino le loro pistole.
Un bicchiere, una bottiglia,
una forchetta e una caramella al miele:
ecco la storia di chi ti vorrebbe
sdraiata tra i marmi.
Un metro o poco più, con la tovaglia
che pende più da un lato
mentre dall’altro perde colpi
e si aggroviglia. Fosse un filo
non sapresti più come sbrogliarla.
E pazienza se è l’amore
il freno che ti rallenta
e ti rende faticoso anche il respirare;
il quadretto che ti aspettavi
è a pagina trentanove, dopo il capitolo
che inizia bene ma poi finisce senza un punto.

Non è tempesta che arriva
ma neanche sentore di una mattinata calda,
avara di pensieri. Ci sono due cavalli
e un carretto con un uomo che fuma la pipa.
La sua faccia è coperta da un cappello
e loro sono superbi, non faranno mai da pacieri.
Fretta d’arrivare, sì ma dove?
Dimmelo tu in sedici concetti.
Mettici in mezzo aggettivi strani,
corolle di sapori, verbi all’infinito
e accenti anche dove il suono
è parente del silenzio e del pane
appena messo in forno.
Finisci il tuo dipinto, senza fretta,
poi torna ad amarmi alla vecchia maniera,
un po’ sulle ginocchia, un po’ a occhi spalancati,
fissi su ciò che in eterno si ripete.

Salvatore Ferranti | Poesia pubblicata il 04/04/19 | 305 letture |

 
<< SuccessivaPrecedente >>
Precedente di Salvatore Ferranti >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

 
Se sei un autore del sito Scrivere, per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere

 

Salvatore Ferranti ha pubblicato in questo sito:

 Le sue 105 poesie

La prima poesia pubblicata:
 
Desiderio di donna (14/10/09)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Fissi su ciò che in eterno si ripete (04/04/19)

Una proposta:
 
Ma che sia d’aprile, oppure maggio (30/03/19)

La poesia più letta:
 
La mia amica si sposa (31/03/10, 11990 letture)


  


Salvatore Ferranti

Salvatore Ferranti

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Ha pubblicato…

105 poesie d'amore:



La più letta…

Pubblica in…

Ha una biografia…

Salvatore Ferranti Leggi la biografia di questo autore!

Ha pubblicato…

Addio Alda
Autori Vari
Poesie per Alda Merini
Pagine: 92 - Anno: 2010
ISBN:


Festa delle Donne 2010
Autori Vari
Poesie per la Festa delle Donne. Il lato femminile della poesia
Pagine: 107 - Anno: 2010
ISBN:







Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie d'amore più recenti nel sito: