Poesia d'amore
da Scrivere.info

Nuovi autori:



Poesie d'amore
a tema:

Autori piu' pubblicati:

Archivio poesie:

Gli autori:



Tristezza

u cuntadin

Tristezza
Ad occhi aperti
guardo il niente.
Allungo lo sguardo
e la mente
continua a non dirmi niente.

Non so dove mi trovo.
Non so cosa sto pensando
e non so se tutto ciò è normale
quello che so
è ciò che provo
tristezza.

Quella tristezza che solo una
Creazione
sconnessa alla vista
alla ragione
sente.
Il cuore.

Il cuore.
Un organo pulsante
di sentimenti, di emozioni
scritti sul pentagramma della mia anima
è qui il mio cuore si fa sua ogni nota musicale.
Una melodia infinita di tristezza.

Quella tristezza che mi ha spogliato di amori
è qui
al nudo del mio vissuto
la sinfonia
che odo dal mio cuore
è un concerto di dolore.

Dolore
per una vita concessa
consumata
in un niente
tra visioni
e affetti inesistenti.

Dolore
per non aver ascoltato il mio cuore
quando un nuovo
miracolato profumo
a me
con amore si è presentato.

È qui
la tristezza
immane presenza
che mi vivrà dentro anche dopo la mia esistenza
si è nutrita di tutto ciò
che consapevolmente gli ho donato.

Ed è per questo
che non vedo più niente.
La tristezza
ha flagellato la mia anima
e con essa
ha interdetto vista e mente.

Tristezza.
Ho insudiciato
con il profumo della follia
l’unico spartito d’amore
che il destino
mi aveva riservato nel ... cuore.

Tristezza.

u cuntadin | Poesia pubblicata il 07/09/20 | 196 letture | 1 commenti |

 
<< SuccessivaPrecedente >>
Precedente di u cuntadin >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

 


 

I commenti dei lettori alla poesia:

Non ci sono messaggi nella bacheca pubblica dei lettori.
Scrivi il tuo commento su questa poesia
 

1 commenti degli altri autori a questa poesia:

«Percepisco la tristezza dell’autore, mi arriva, però la poesia metricamente per me è da rivedere, troppe ripetizioni ed anafore con un abuso delle parole amore cuore dolore,
versi lunghi e corti che fanno venire il mal di mare, probabilmente con l’accorciamento dei versi ed una migliore esposione metrica (visto che si rima nella prima stanza) la poesia ne trarrebbe vantaggio.»
Augusto Cervo (07/09/2020)

  
Se sei un autore del sito Scrivere, per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere

 

u cuntadin ha pubblicato in questo sito:

 Le sue 25 poesie

La prima poesia pubblicata:
 
La pioggia (21/03/18)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Tristezza (07/09/20)

Una proposta:
 
La mia cometa (19/11/18)

La poesia più letta:
 
Un foglio bianco (09/04/18, 4030 letture)


  


u cuntadin

u cuntadin

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Ha pubblicato…

25 poesie d'amore:



La più letta…

Pubblica in…

Ha una biografia…

u cuntadin Leggi la biografia di questo autore!






Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie d'amore più recenti nel sito: