Poesia d'amore
da Scrivere.info

Nuovi autori:



Poesie d'amore
a tema:

Autori piu' pubblicati:

Archivio poesie:

Gli autori:



Attrazione sfrenata dentro l’ascensore

sergio garbellini

L’ascensore s’è bloccato
proprio in cima, al nono piano,
non mi sono spaventato,
ho cercato con la mano

di chiamare dei soccorsi,
ma la giovane biondina
che pensavo in preda al pathos,
con azione repentina

ha bloccato la mia mano
e ci siam guardati in faccia,
son rimasto un po’ perplesso,
poi m’ha messo le sue braccia

strette, strette attorno al collo ...,
mi sfiorava viso a viso,
poi m’ha morso sull’orecchio
e mi ha fatto un bel sorriso.

Non sapevo cosa fare,
se procedere all’invito ...,
o dovermi rifiutare ...,
ero troppo incuriosito ...

Mi fissava intensamente
con la bocca provocante
e sfiorava ad ogni istante
la mia gamba tremolante.

Per le scale c’era il buio,
chiusi dentro l’ascensore
è scattata all’improvviso
la scintilla dell’amore.

In un attimo ambedue
ci siam subito spogliati,
dopo un lungo e intenso sguardo
eravamo già avvinghiati ...

Lei voleva, io volevo,
c’era troppa bramosia
e in un fiume di passione ...
s’è sfiorata la follia!

...Tutto quello ch’è successo
non lo posso rivelare,
sono scene pien di sesso
che si devono provare!

Una volta, ... una seconda ...,
lei sembrava indiavolata,
non voleva mai calmarsi
era proprio assatanata!

Non potevo proseguire,
sono un uomo, son normale,
alla fine (mi dispiace)
l’ho dovuta trattar male!

Finalmente s’è calmata,
m’ha abbracciato esterrefatta
e m’ha detto: “Mi piacevi,
sono proprio soddisfatta! ”

Ci siam presto rivestiti,
pettinati ed aggiustati,
ho suonato sul pannello ...
e l’ho subito avvisati.

Son venuti prontamente,
ci dicevano: “Pazienza,
uscirete quanto prima! ”
Operavan con urgenza ...

Ed in breve siamo scesi
giù di sotto al pianterreno,
siamo usciti, m’ha guardato
in un modo assai sereno ...,

poi ci siamo rigirati
a guardare l’ascensore,
dove entrambi con furore
ci siam sciolti nell’amore!

sergio garbellini | Poesia pubblicata il 16/12/20 | 178 letture |

Nota dell'autore:

«Sono quelle scene estemporanee ed improvvise senza nulla di studiato, nascono in modo repentino e si svolgono rendendoci schiavi di un’azione quasi imposta, poi una volta terminata la scena ci si rende conto di essere stati protagonisti di qualcosa di particolarmente diverso che mai avremmo potuto immaginare. Il desiderio ci spinge ad approfittare di situazioni anomale che nascono senza un motivo preciso, ma forse sono anche le più belle perché spontanee e libere senza quelle emozioni che frenano gli istinti d’amore.»

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di sergio garbelliniPrecedente di sergio garbellini >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

 

I commenti dei lettori alla poesia:

Non ci sono messaggi nella bacheca pubblica dei lettori.
Scrivi il tuo commento su questa poesia
 
Se sei un autore del sito Scrivere, per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere

 

sergio garbellini ha pubblicato in questo sito:

 Le sue 661 poesie

La prima poesia pubblicata:
 
La prima volta ... di una donna (18/02/13)

L'ultima poesia pubblicata:
 
S’è fatta sfuggire il treno dell’amore (26/02/21)

Una proposta:
 
Quel burlone di Cupido si diverte (25/02/21)

La poesia più letta:
 
"Regàlami una favola d'amore! " (16/03/13, 11648 letture)


  


sergio garbellini

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Ha pubblicato…

661 poesie d'amore:



La più letta…

Pubblica in…

Ha una biografia…

sergio garbellini Leggi la biografia di questo autore!






Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie d'amore più recenti nel sito: