Poesia d'amore
da Scrivere.info

Nuovi autori:



Poesie d'amore
a tema:

Autori piu' pubblicati:

Archivio poesie:

Gli autori:



Come il segnalibro dei giorni

Fratello

tento di non pensarci
vorrei dare un nome a tutto
un nome per me
un nome per nessuno
un nome per niente
all'eterno della distanza
alla durata di un attimo

spero che la mia poesia venga fino li da te
anche ora che non so scrivere
non so pensare nemmeno
mi auguro che si vesta per la festa
che troverà nei tuoi occhi
attendere confezionando pensieri
in bilico sulla corda di un funambolo
mentre tira vento freddo fuori

volo appresso al fumo dei camini
qui nel tendone del circo
manchi tu che cuci parole
tu che mi parli
mi manchi tantissimo
tento di non pensarci
pensare solo che ce la stai facendo
che stai riprendendo
che stai piangendo
e forse solo adesso
stai sorridendo
con la stanchezza della giornata
perché è assurdo
perdere giorni di giovinezza
per la tristezza che è li solo
come una bambina dispettosa
quasi cattiva
forse solo a volte necessaria

di tempo ce n'è
ce n'è un eternità
per fermare un attimo
uno solo per sorridere
e cacciare ogni pensiero



ora che non può succedere di peggio
è ora che arriva il meglio
nella colazione alla mattina
nei passi e nei pensieri
scostando le lacrime
come fossero qualcosa di naturale

come fossero un passaggio
come fossero i capelli di un paesaggio verde
scosso dal vento
dove ogni filo d'erba attende il sole
per un nuova nascita
ripartenza risalita
fiato sospeso del salto
che diventa una folle corsa
piena di luminescenza
da cogliere come ciliegie e pesche
come la frutta che mi fa pensare
che tu sei la mia marmellata
ancora

e ancora



e non penso a quanto mi rende triste
tutto ciò a cui non penso

non penso che c'è il dolore
e che le cose devono attendere ancora

che vorrei parlare al tuo dolore
e dirgli :
”ehi tu porco! levale le mani di dosso! ”
come su ”ritorno al futuro”

come quando lo sento anch'io

così

che arriva insieme al silenzio


attendere
quanto è l'attesa
che ci divide
tanti sono i giorni

che ti conosco
e mi sembra così strano
che sia così poco
in confronto
agli anni che sento
tinti d'amore
come biscotti affollati in una tazza
ogni volta che scorgo qualcosa di te.



non ci penso, tento in ogni maniera...
e sono anche bravo mi dirai...
e solo che stavolta
non mi sento per niente bravo
rispetto a quanto lo eri tu
quando decidevi che quella
doveva essere la mia giornata più bella

perché per quanto sei grande
cielo immenso

vivi ogni istante dando ciò che è necessario
a chi corre e scappa o affronta sotto di te
a muso duro e con una spada nel cuore

ognuno di quei momenti è denso come miele
e solo persone alte come il Sole
e magnifiche possono rendere la vita così densa
possono riconoscere a miglia di distanza
una voce che sussurra soltanto
solo chi piange veramente sà cos'è la pioggia
e un sorriso che si scioglie sotto.

ora però basta
torniamo alla normalità
alla casa del bianco
dove preparo la legna
dove accendo un fuoco
che non si spegnerà mai
ed è il tuo sorriso

l'unica cosa per cui vale la pena scaldarsi
piangere mentre si tagliano le cipolle
tagliare pezzi di carta con dentro calvari di paure
con dentro disegni di piccoli cavalieri e armature

il tuo sorriso per me
le tue mani che profumano di basilico
i tuoi battiti mentre sgorgano da occhi che si sfogliano
e le parole che non ti ho mai saputo dire
che tento di tradurre in musica
e non riesco

tento di non pensarci
e non riesco
a non volere te
con tutta la paura e il dolore
qui vicino, come il segnalibro dei giorni.

Fratello | Poesia pubblicata il 16/01/08 | 4724 letture | 1 commenti |

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di FratelloPrecedente di Fratello >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

 

1 commenti degli altri autori a questa poesia:

«Un testo splendido, che definire poesia è riduttivo.Forse perché tocca e fa vibrare i nervi come corde di chitarra, abbandonata in un angolo a impolverarsi, perché non trova mani che sappiano suonare la musica del cielo.Un autore sensibilissimo e magico, da cui sgorga bellezza così... naturalmente.»
Leaf (16/01/2008)

  
Se sei un autore del sito Scrivere, per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere

 

Fratello ha pubblicato in questo sito:

 Le sue 24 poesie

La prima poesia pubblicata:
 
Voci nella volta cranica (30/05/06)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Te e i tuoi specchi (29/01/13)

Una proposta:
 
Un'altra notte in bianco (02/11/07)

La poesia più letta:
 
Una poesia per te (Al mio nipotino) (11/07/06, 11660 letture)


  


Fratello

Fratello

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Ha pubblicato…

24 poesie d'amore:



La più letta…

Pubblica in…

Ha una biografia…

Fratello Leggi la biografia di questo autore!

Ha pubblicato…

In tema d'amore
Autori Vari
Cinque temi, più di cento poesie in cui si esprime la passione amorosa in poesia: - Il primo amore - Le parole che non ti ho mai detto - Dammi la buona notte! - Uno sguardo per dirti “Ti amo” - Ti lascio un mio sospiro
Pagine: 156 - Anno: 2008
ISBN: 978-88-95160-15-3


San Valentino 2009
Autori Vari
Poesie d'amore per San Valentino
Pagine: 68 - Anno: 2009
ISBN:







Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie d'amore più recenti nel sito: