Poesia d'amore
da Scrivere.info

Nuovi autori:



Poesie d'amore
a tema:

Autori piu' pubblicati:

Archivio poesie:

Gli autori:



Primi sospetti fra due giovani sposi

sergio garbellini

“Sono qui, ma non mi vedi,
io ti parlo e non rispondi,
siamo già due sconosciuti?
Eravamo assai giocondi,

entusiasti di un amore
che ci dava tanta gioia,
ora invece tra di noi
regna il clima della noia!

Ma che cosa c’è successo?
Eravamo innamorati!
Pur andando a letto insieme
non sembriamo più sposati!

E’ finito il nostro amore?
In che modo? Come e quando?
Tu mi guardi in modo strano
e per giunta stai tremando!

C’è un altr’uomo nel tuo cuore
c’hai paura a confessare?
Parla pure apertamente,
ci dobbiamo rispettare

sia nel bene che nel male.
Se non senti più di amarmi
devi essere sincera!
Hai intenzione di lasciarmi?”

La consorte scosse il capo
e rispose: “Il tradimento
io lo reputo indecente,
è un’offesa al sentimento

e pensavo riguardasse
solo te che ti comporti
in un modo così freddo ...,
non abbiamo più rapporti! ”

Il marito frastornato
disse: “E’ vero, ma pensavo
che tu avessi un altro uomo
e per questo mi mostravo

distaccato per cercare
di scoprire la tua tresca,
tant’è vero ch’ero pronto,
stavo già gettando l’esca

per scovare il tuo amante! ”
La consorte gli rispose.
“Tutto questo è già spiegato,
perch’è una delle cose

ch’è mancata tra di noi,
quella certa confidenza
che col dialogo risolve
ogni strana divergenza,

mentre invece abbiam vissuto
giorni e giorni col sospetto
senza avere prove certe,
è mancanza di rispetto!

Ogni volta ci dobbiamo
confessare tutto quanto,
altrimenti poi si rischia
di pentirci col rimpianto! ”

Con lo sguardo nello sguardo
si guardarono confusi,
ma capiron che tra loro
non ci stavano gli intrusi!

Lui le disse: “Abbiam sbagliato,
da domani ci diciamo,
tutti e due in buona fede,
ogni cosa che pensiamo! ”

Gli rispose la consorte:
“Ma che stupidi che siamo,
sospettiamo l’un dell’altro
ed invece noi ci amiamo! ”

Senza aggiungere parola
ci fu un bacio lungo e schietto,
si guardarono negli occhi
...e finirono sul letto!

sergio garbellini | Poesia pubblicata il 17/11/21 | 163 letture |

Nota dell'autore:

«In una coppia appena sposata se non c’è un connubio profondo possono nascere i primi sospetti e ciò porta i due coniugi a dubbi silenziosi che inquinano il loro rapporto idilliaco sino a pochi giorni prima. E’ necessario sempre guardarsi negli occhi ad ogni alba e avere quel senso dell’amore per iniziare la giornata ad essere fedeli e sinceri, altrimenti il matrimonio rischia di iniziare male un percorso che deve essere sempre paradisiaco.»

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di sergio garbelliniPrecedente di sergio garbellini >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.

 

I commenti dei lettori alla poesia:

Non ci sono messaggi nella bacheca pubblica dei lettori.
Scrivi il tuo commento su questa poesia
 
Se sei un autore del sito Scrivere, per inserire commenti su questa poesia, vai sul sito Scrivere

 

sergio garbellini ha pubblicato in questo sito:

 Le sue 813 poesie

La prima poesia pubblicata:
 
La prima volta ... di una donna (18/02/13)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Un esame d’amore alla prova del nove (07/12/21)

Una proposta:
 
Dalla padella son caduto nella brace (06/12/21)

La poesia più letta:
 
"Regàlami una favola d'amore! " (16/03/13, 13263 letture)


  


sergio garbellini

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Ha pubblicato…

813 poesie d'amore:



La più letta…

Pubblica in…

Ha una biografia…

sergio garbellini Leggi la biografia di questo autore!






Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Poesie d'amore più recenti nel sito: